IL PARTICOLARE VA CURATO!

Ieri, la riunione tecnica con i Mentor Ivan Magnani e Odoardo Marcellini. Ospite d’eccezione l’assistente CAN A Valerio Pegorin.

Secondo appuntamento della stagione con i Mentor regionali e, come promesso, è stata una riunione speciale come l’ospite a sorpresa: Valerio Pegorin. Non capita tutti i giorni di avere visite di un certo spessore, figuriamoci quella di un assistente della Serie A. La riunione è stata connessa con l’incontro della volta precedente. Il filo conduttore è stato quindi la cura del particolare. Attraverso immagini e filmati, è stato fatto vedere alla platea gremita, composta maggiormente da giovani arbitri, che, già prima dell’inizio della partita, curare i particolari aiuta l’arbitro a facilitare la prestazione. Attenzionare il terreno di gioco, i documenti, l’equipaggiamento dei calciatori sono il giusto biglietto da visita che l’arbitro manda alle varie componenti della gara. Curare i dettagli è sinonimo di concentrazione e piglio positivo da parte dei direttori di gara. Tutto ciò è stato confermato anche da Pegorin, il quale ha detto che abituarsi alla cura del dettaglio già dalle prime gare aiuta a trovarsi pronti nelle categorie superiori dove i particolari sono l’essenza dell’arbitraggio. Lo stesso, continuando il suo intervento, ci ha portato il “profumo” della Serie A facendo visionare alcune situazioni di fuorigioco prese dalle gare da lui dirette. Il messaggio giunto ai giovani colleghi presenti in sala, che sono stati anche parte attiva della riunione, è stato che bisogna farsi trovare pronti ad affrontare le varie situazioni curandone ogni aspetto e, in una società superficiale come quella attuale, bisogna dimostrare di essere accurati. Soddisfatto il Presidente Agostino Ciccaglioni sia per l’affluenza dei giovani associati, sia per lo spessore degli ospiti che sono stati in grado di mandare un messaggio chiaro ai ragazzi con il fine di lasciargli uno strumento di crescita.

Sulla pagina Facebook ufficiale della Sezione di Rieti le foto della serata.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *